top of page

Sciamanesimo e arte

a Trento-Rovereto

Sabato 24 e Domenica 25 agosto 2024 

L'arte delle origini è un'arte sciamanica. Nelle grotte preistoriche troviamo bisonti, leonesse, cavalli e un gran numero di animali che furono al centro di una cultura di tipo sciamanico. Per millenni e millenni l'arte era collegata alla figura dello sciamano, colui che "parla" con gli spiriti guida per materializzare cura e benessere per la comunità.

 

Propongo questo weekend per chi vuole esplorare l'importante connessione fra il mondo invisibile e l'arte, e che valenza può avere per noi.

A partire dalla mostra "Sciamani. Comunicare con l'invisibile" fino quella sul surrealismo, il polo museale di Trento-Rovereto ci offre innumerevoli immagini del sogno e del mondo spirituale: un eccezionale nutrimento per gli amanti dell'arte di tipo simbolico e poetico. 

Lo sciamanesimo, cultura che si tramanda da millenni, che cosa ha da dire a noi uomini della modernità?

Alla mostra “Sciamani, comunicare con l’invisibile”, uniremo quelle alle rassegne del MART di Rovereto che ben si sposano per tematiche con il mondo dello sciamanesimo, che abbraccia pratiche rituali collegate alla natura e alle visioni: in particolare avremo occasione di ammirare Animali di un altro sogno, dedicata alle sculture animaliste di Felice Tosalli, eleganti e fiabesche, e l’arte fantastica italiana: mostra nata per festeggiare i primi 100 anni di Surrealismo.

Approfitteremo della trasferta anche per visitare la Torre Aquila del Castello del Buonconsiglio, che conserva il famoso ciclo dei mesi in stile gotico cortese. È un ciclo che narra con immagini di particolare impatto e bellezza il rapporto della società medievale con il tempo e le stagioni. 

Al MART vi sono in programma anche altre mostre, che potranno essere visitate durante la giornata di domenica, e che testimoniano, una, dell'arte di propaganda durante il fascismo e l'altra, di pittura degli affetti, con una monografica dedicata a Pietro Gaudenzi.

 

 

Programma

Sabato

Mattino viaggio in pullman privato dal Ticino (indicativamente partenza alle 8:00 da Lugano), snack a Trento e alle 14:00 visita guidata alla mostra "Sciamani, comunicare con l’invisibile". Segue la visita al Castello di Trento (Torre Aquila, ciclo dei mesi).

Cena in comune a Rovereto e pernottamento al Leon D'Oro di Rovereto.

Domenica

Giornata dedicata alle visite delle varie mostre temporanee del polo museale MART di Rovereto. In serata viaggio di rientro in Ticino.

Quota

510.- CHF (la quota comprende viaggio in pullman privato, cena del sabato sera, pernottamento con colazione, ingressi, visite guidate, accompagnamento)

Albergo

Leon d'oro di Rovereto, 4****

Iscrizioni 

alessandragiussani@gmail.com

bottom of page