Screen Shot 2018-06-27 at 10.50.15.png

L'arte come chiave del cuore

I corsi, i seminari e i viaggi d’arte di Artemis sono occasioni di momenti d’eccezionalità

in cui intrattenersi, grazie allo specchio dell'arte, con il proprio miglior compagno di viaggio: se stesso/a.

Ci sono tanti modi per amare l'arte. Uno attiene al coltivare l'Anima, onorare la Psiche, entrare nel Gioco della vita cogliendone nel quotidiano la dimensione di "magia" attraverso segni e simboli. L’arte in questo senso diventa un ponte verso noi stessi.

Non è meraviglioso accorgersi della forza creativa che le immagini d’arte, nel loro legame simbolico con l'esistenza, aiutano a risvegliare in noi?

Non è meraviglioso prendersi il tempo per godere dell’arte e di viaggiare in cerca del Bello? Dal mio punto di vista, tuttavia, ciò non è un diversivo, ma è un lasciarsi traslare in momenti d’eccezionalità, per scendere in profondità.

Così t'accorgi che un’immagine può, grazie alla sua bellezza o/e ai suoi contenuti - esistenziali, religiosi, provocatori o altro - ricongiungerti con la tua essenza interiore; può suggerirti improvvise risoluzioni di quesiti; può condurti a illuminanti intuizioni riguardo a te stessa/o e alle tue relazioni.

Se ce lo permettiamo, accade praticamente sempre, anche durante un seminario o un corso: il senso della Bellezza, della Meraviglia e della Verità si manifestano quando meno ce lo aspettiamo e sentiamo che tutto ciò scaturisce da dentro.

Ecco, ogni proposta di Artemis possiede una grande ambizione: di contribuire al processo universale di trasformazione intima. 

“Fermati, guarda e senti, apriti alla condivisione e lascia essere.”