Il simbolismo di Odillon Redon a Parigi
Dal 20 settembre per 5 martedì sera consecutivi

Sulla destra si trova il letto di sant’Anna, la quale ha appena partorito.

La seconda figura da destra è l’ancella di sant’Anna, che, in maniera molto delicata ed elegante, sta versando l’acqua in una bacinella. L’ancella, con il suo movimento e il suo ondeggiante abito, permette di individuare un forte contrasto tra la sua stessa figura e le altre dame, raffigurate invece in maniera molto più statica.

A seguire vi sono due balie: la prima nutrice tiene in braccio la neonata, accennando un sorriso che racchiude la gioia della nascita della Vergine Maria. La nutrice in ginocchio costituisce una figura transitoria: con la sua mano sta reggendo Maria, ma il suo sguardo è rivolto verso il gruppo di dame in piedi a sinistra.

Il gruppo di donne immobili e raffinatamente abbigliate sta osservando la nuova arrivata: la dama che precede le altre è molto probabilmente la figlia del committente Giovanni Tornabuoni, Ludovica Tornabuoni.

Artemis

Viaggi d'arte e dell'anima

Alessandra Giussani

6900 Lugano

Ticino, Svizzera

© 2018 Artemis. Creato da Online World Cibin